Navigazione veloce

“Il coraggio di vivere”: monologo di Emanuele Turelli per la Giornata della Memoria

In occasione della Giornata della Memoria, iniziativa teatrale all’Auditorium della scuola Secondaria

Venerdì 25 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria (che quest’anno cade di Domenica) è stato portato al teatro della secondaria il vibrante monologo di Emanuele Turelli, tratto dall’autobiografia di Nedo Fiano.

Il Menorah è il candelabro ebraico a sette bracci, simbolo religioso antichissimo che forse indica i giorni della settimana con quello festivo, il sabato, al centro.
Il Menorah nel toccante, forte e vibrante monologo di Emanuele Turelli rappresenta invece le sette vite che andranno a spegnersi lungo il suo racconto, ad eccezione di quella di Nedo Fiano, uno degli scampati alla Shoah. Sì perché nel monologo, tratto dalla sua autobiografia, si descrive la discesa verso il baratro, l’inferno delle camere a gas del campo di Auschwitz e lungo questa discesa verso l’orrore l’autore vedrà spegnersi gli affetti più cari, tra familiari e amici. Ed è proprio Menorah, la sua presenza in scena a colpire, tra le altre cose, gli alunni presenti; le sette piccole fiammelle, che diventano una, segnano i momenti della narrazione, marcandone quelli più drammatici.
“Ogni volta che Emanuele spegneva una candela io mi emozionavo sempre di più” ha commentato un’alunna, Caterina. La commozione ha attraversato davvero tutta la platea dei ragazzi presenti; a testimoniarlo vi sono i commenti che sono stati scritti il giorno stesso (o quello dopo) per la consegna di italiano. Molti hanno fermato la loro attenzione sul legame tra Nedo e la mamma, sul dramma della separazione dai propri cari, sulla descrizione della giornate al campo e la sofferenza fisica del lavoro quasi a digiuno. Nei commenti c’era anche la sorpresa della scoperta di una parte di passato che, per essere compreso fino a fondo, ha bisogno di momenti forti come questa rappresentazione.
Così, quell’unica fiammella accesa sui sette bracci della Menorah aspetta di essere custodita dalle nuove generazioni che oltre al dovere devono avere il diritto alla memoria. Diritto che la scuola non smetterà mai di assicurare ai futuri cittadini del domani.

 

 

Si riportano alcune immagini dell’evento.

Giorno della memoria 2019_Secondaria IC Leno (xs) (1)

Giorno della memoria 2019_Secondaria IC Leno (xs) (2)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non è possibile inserire commenti.